ENOGASTRONOMIA

"Cucina di principi e di popolo" viene definita spesso la cucina mantovana, e questo perchè offre sia piatti di origine popolare sia di alta gastronomia, spesso derivanti dalle ricette dei Gonzaga.
Tortelli di zucca e risotto alla pilota sono primi piatti ormai molto conosciuti, seguiti dai capunsei (gnocchetti di pane) che si trovano solo nell'alto mantovano, dagli agnolini presenti ovunque, e dal risotto col tartufo, di recente rivalutato nella zona tra Borgofranco e Carbonara di Po.


Luccio in salsa e stracotto d'asino sono i secondi piatti più importanti, ottimi con la polenta, che però si può accompagnare anche con i salumi di cui la zona può vantarsi di una produzione considerevole.
Per quanto riguarda i dolci la torta sbrisolona e l'anello di Monaco, dolce stagionale natalizio concludono questa carrellata di piatti tipici.
Da citare inoltre il riso Vialone Nano (che si prepara con una complessa procedura e che si serve tradizionalmente in forma di cupola utilizzando una scodella come stampo), il tartufo, il tortello amaro di Castel Goffredo,  le salamelle (corta e grossa salciccia di maiale), il burro, la cipolla di Sermide, il melone mantovano, la pera mantovana I.G.P e i vini mantovani in particolare il lambrusco DOC.
Se poi si preferisce il pesce, nessun problema, ad esempio restando nell'ambito dei famosissimi risotti, lo si può preparare con la frittura di pesciolini di fiume.


Ricette consigliate

Tortelli di zucca ( formato PDF )

Torta sbrisolona ( formato PDF )